Progetto Bici

1. Ente promotore del progetto
La S.C. Pedale Senese: breve storia e valori
La storica S.C. Pedale Senese 1952 è una squadra di ciclismo che opera sul territorio
senese dai primi anni cinquanta.
Negli ultimi anni si è specializzata prevalentemente nel settore giovanile, proponendo
per la fascia di età tra i 6 e i 16 anni una serie di attività per i ragazzi che si avvicinano
per la prima volta al ciclismo.
La S.C. Pedale Senese è iscritta alla Federazione Ciclistica Italiana e da essa riconosciuta
come “scuola di ciclismo” proponendo le categorie Giovanissimi per bambine e
bambini dai 7 ai 12 anni, con finalità soprattutto ludico/agonistiche, e le categorie
Esordienti e Allievi, dove ragazzi dai 13 ai 16 anni si possono misurare con i pari età
nelle prime gare agonistiche.
Le specialità per cui vengono effettuati gli allenamenti si rivolgono alla Strada e alla
Mountain Bike.
Tutte le categorie si avvalgono di tecnici riconosciuti dalla Federazione Ciclistica
Italiana, con esperienza pluriennale.
Gli allenamenti si svolgono al velodromo dell’Acqua Calda, nella pista ovale per la
strada e nella pista fuoristrada per la Mountain Bike, in orari e percorsi riservati alla
società, principalmente nel periodo da Marzo a Ottobre, quando le condizioni meteo
sono più favorevoli per stare all’aria aperta.
Non mancano iniziative invernali e allenamenti in palestra, dove i bambini possono
giocare, stare insieme e socializzare.
La società fornisce ai piccoli atleti la bicicletta da strada e l’abbigliamento tecnico per
gli allenamenti e le gare.
La S.C. Pedale Senese opera nel settore giovanile proponendo la multidisciplinarità,
vanta partecipazioni a manifestazioni sia a livello regionale che nazionale ed organizza
manifestazioni agonistiche per la categoria Giovanissimi presso il velodromo
comunale.
E’ presente, inoltre, un settore amatoriale e cicloturistico per i genitori o i semplici
appassionati.
La S.C.Pedale Senese intende promuovere un’idea del ciclismo come sport sano,
comunicativo, di gruppo volto a favorire la socializzazione e l’autostima del bambino e
lontano dall’agonismo sfrenato e dalla competizione, in un’ottica di inclusione totale,
dato che l’attività sportiva è aperta anche ai bambini disabili.

2. Il progetto: linee guida e principi ispiratori
Il Progetto didattico “A.B.C. …cletta – Scuola di ciclismo”, è rivolto a tutte le classi
della Scuola Primaria e concerne proposte di attività ludico-motorie e di gioco-sport
legate all’uso della bicicletta, differenziate per ciascuna classe e coerenti con gli stadi
di sviluppo fisico, psichico ed emotivo dei bambini.
L’idea guida alla base del progetto è quella di coinvolgere ed interessare tutti i
bambini, in un’ottica di inclusione, nel rispetto dei loro ritmi di maturazione e crescita
e di apprendimento, valorizzando le competenze individuali e privilegiando
soprattutto il divertimento e la socializzazione.
Scopo principale del progetto è diffondere la conoscenza e l’uso della bicicletta e la
pratica del ciclismo, sensibilizzando i bambini a tematiche ad esse legate quali
l’educazione stradale e la sicurezza, la mobilità sostenibile ( educazione ambientale),
riconoscendo la bicicletta come mezzo di trasporto alternativo all’auto o al motorino,
e l’educazione alla salute, andando a promuovere attraverso la pratica sportiva uno
stile di vita sano.
Il Progetto intende presentare la bicicletta come strumento didattico, come mezzo
“interdisciplinare” che possa inserirsi a pieno titolo nel Piano dell’Offerta Formativa
di ciascuna scuola.
La bicicletta è il primo mezzo di locomozione autonomo dei bambini, oltreché uno dei
giochi più desiderati e posseduti.
E’ il primo elemento di libertà: per questo la sua dimensione educativa è
fondamentale, fin dai primi colpi di pedale. “Conoscenza e “rispetto” sono i concetti
che si possono apprendere nell’uso della bici, declinati in diversi modi: degli altri, delle
regole, dell’ambiente.
Attraverso la bicicletta il bambino conosce e rispetta il proprio spazio quotidiano, ma
è anche portato a superare i limiti, varcare i confini e affidarsi alla scoperta di nuovi
spazi, in autonomia, spinto da uno spirito di socializzazione e percependo la necessità
di elaborare e conoscere un codice di utilizzo della strada.
La bici, inoltre, è movimento e il movimento è salute: pedalare aiuta a migliorare lo
stile di vita del bambino.
Il suo utilizzo accompagna la crescita della persona dall’età evolutiva fino alla terza
età, costituisce un collegamento ideale tra movimenti spontanei e movimenti
strutturati, coinvolge tutta la famiglia e rimane utile mezzo di trasporto non
particolarmente costoso che si può anche tramandare negli anni. Il Progetto è articolato in 2 incontri di 2 ore ciascuno da tenersi presso la scuola
aderente al progetto e prevede una parte “teorica” propedeutica, in cui verranno
presentate ai bambini le varie tipologie di bicicletta con qualche riferimento storico,
e una parte “pratica” dove i bambini potranno sperimentare l’uso del mezzo.
Inoltre, è previsto, per le classi che ne sono interessate, un terzo incontro da tenersi
presso il velodromo dell’acqua calda in orario scolastico, in cui i bambini possano
sperimentare l’uso della bicicletta sulla pista da strada e sul percorso da mtb in totale
sicurezza.
A conclusione del progetto è previsto il Concorso manuale – creativo “ La bici nella
mia fantasia” incoraggiare i bambini a riflettere su come è fatta e come funziona la
bicicletta e invitarli a riflettere su cosa rappresenta questo mezzo nel loro
immaginario ( in allegato il Regolamento).
A conclusione del progetto i bambini partecipanti e i loro genitori verranno invitati
verso la fine di maggio (verrà fornita opportuna comunicazione scritta alle classi
partecipanti) presso il velodromo in loc. Acqua Calda ( Siena) dove si terrà la
premiazione del Concorso e un piccolo buffet.
In tale occasione saranno esposti tutti i manufatti realizzati dai bambini.

3. Destinatari
Tutte le classi della Scuola Primaria dalla I alla V

4. Operatori
Esperti esterni qualificati:
– N. 2 istruttori riconosciuti dalla FCI e dal CONI
– 1 componente della società Pedale Senese ( tesserato FCI)

5. Finalità generali
– Diffondere la conoscenza e l’uso della bicicletta
– Far conoscere la pratica del ciclismo come sport sano, comunicativo e di gruppo

6. Obiettivi specifici
Gli obiettivi del programma sono rivolti:

allo sviluppo delle capacità sensoriali e percettive

allo sviluppo delle capacità motorie e coordinative

all’apprendimento di semplici abilità tecniche relative alla guida della bicicletta

alla capacità di equilibrio

alla cooperazione ( gioco di squadra)

all’autodisciplina ( rispetto delle regole)

all’accrescimento dell’autostima

allo sviluppo del valore della squadra e del senso di appartenenza ad un gruppo

allo sviluppo del fair play ( Gioco leale)

7. Tempi

Il progetto prevede 3 incontri di 2h ciascuno da concordare con l’insegnante di
classe ( gennaio- maggio).
Incontro 1: parte introduttiva “teorica”
Incontro 2: parte pratica
Incontro 3 ( facoltativo): parte pratica da effettuarsi presso il velodromo
dell’acqua calda
Concorso creativo: aprile- maggio
Festa di conclusione del progetto: fine maggio
La festa e la premiazione del concorso si terranno presso il velodromo dell’ Acqua
Calda dove saranno invitati a partecipare i bambini e le loro famiglie, tramite
comunicazione che verrà consegnata alle insegnanti.

8. Metodologia
La presentazione del progetto avverrà sotto forma laboratoriale e pratica, anche
la parte “teorica” non sarà svolta sotto forma di lezione frontale, ma coinvolgerà il
più possibile in bambini in un dibattito e in uno scambio di idee e opinioni.

9. Attività e contenuti
La parte propedeutica “teorica” sarà molto breve e prevederà la visione di un
filmato e alcune immagini relative al mondo del ciclismo e della bicicletta,
verranno fatti cenni storici e verranno presentate ai bambini le varie tipologie di
bicicletta e le varie discipline ( Strada, MTB, BMX)
La parte pratica prevederà l’ effettuazione da parte dei bambini, suddivisi in piccoli
gruppi, di un percorso motorio da fare in bicicletta ( adeguato alle varie età degli
alunni e alle loro capacità) con birilli, bilico, sponde, sottopassaggio, rampa per il
salto ecc…L’incontro al velodromo ( per le classi che daranno disponibilità) prevede dei giochi
in pista con la bici da strada e la sperimentazione del percorso di MTB.

10.Materiali e strumenti
Il progetto necessita di materiali specifici quali: biciclette, caschi, attrezzi per la
realizzazione del percorso, materiali di facile consumo.
Essi verranno forniti interamente dalla S.C.Pedale Senese.
Si richiede alla scuola, eventualmente, di poter usufruire di un videoproiettore o
della LIM per la proiezione di un audiovisivo.

11. Ambienti
– Aula o palestra per la parte teorica
– Spazio esterno all’edificio scolastico per la realizzazione del percorso ( o palestra
in caso di avverse condizioni climatiche o assenza di spazi esterni idonei
all’attività).

12.Verifica del progetto
Si prevede la somministrazione di un questionario di gradimento del progetto alle
insegnanti delle classi partecipanti.
ADESIONI: entro il mese di dicembre
Contatti ( per info e adesioni):
Fabrizio Barsotti 340 4108755
Segreteria S.C. Pedale Senese 333-4901123